Colori TOP

Il top in laminato: piano da cucina ideale !!!

La cucina è il luogo focale di ogni abitazione. Per tale motivo è necessario investire su un piano di lavoro capace di coniugare qualità, resistenza, praticità ed economicità. Il top in laminato è capace di soddisfare tali caratteristiche.
In maniera molto sintetica analizzerò in primis, i materiali impiegati e in secundis, le sue diverse peculiarità.
1. CONSISTENZA:
l’anima è composta da trucioli di legno;
2. RIVESTIMENTO:
laminato colorato;
Di seguito un breve elenco delle qualità di questo piano:
– resistente all’acqua e/o ai liquidi;
– resistente ai graffi;
– resistente agli urti;
– resistente all’umidità;
– resistente al vapore;
– igienico;
– molto facile da pulire;
– il più ECONOMICO.
Dopo i pregi del top risulta necessario anche dover definire i suoi punti deboli, i quali, con opportune cautele, possono essere soppressi:
* possibili cambiamenti di colore nel tempo (il contatto con sostanze aggressive e/o con raggi solari, potrebbe causare leggera perdita di colore. Per ovviare al problema è necessario pulire dopo la caduta della sostanza!!);
* scarsa resistenza al calore (evitate di lasciare sul piano pentole e/o attrezzi bollenti per molto tempo. Le colle presenti nella carta melaminica potrebbero ribellarsi. Munitevi di taglieri e/o poggia pentola, il problema è risolto!!!!);
* residua infiltrazione d’acqua (la risoluzione a tale problema risiede nell’ottima installazione del piano. Inoltre, avrete a disposizione delle alzatine, in alluminio e/o in tinta con il top, per evitare le infiltrazioni sul lato posteriore del piano.)
I colori dei top in laminato sono innumerevoli, capaci di soddisfare le svariate esigenze. Di seguito, un breve elenco:
– Marmo carrara (per chi desidera un top chiaro effetto marmo);
– Paranà rosa (per gli amanti del rosa chiaro);
– Penelope (per chi adora l’effetto tessuto grigio);
– Rovere sbiancato;
– Bianco e Avorio (per una cucina sobria);
– Noce , Ciliegio e Faggio (per una cucina classica);
– Puntinato grigio (per una base chiara con effetto puntinato);
– Sand Chip (per chi ama l’effetto quartz coniugato con diversi colori tenui);
– Bianco Brill (per una cucina moderna effetto brillanti nato);
– Porfido Chiaro e Marrone (per gli individui “vulcanici” un effetto ruvido al tatto);
– Travertino (per gli amanti della “pietra” un colore facilmente abbinabile);
– Granito (per chi vorrebbe l’effetto roccia – in casa);
– Bisanzio (per chi adora il mosaico);
– Eccc…….
Il top ha la parte anteriore stondata (necessaria per evitare urti accidentali con spigoli vivi). Per la maggior parte dei colori innanzi esposti vi sono le alzatine in coordinato, le quali evitano infiltrazioni d’acqua e rifiniscono dolcemente la congiunzione top e parete.
Le misure del top sono: 4200x600x38 mm. E’ il più economico tra tutti i piani da cucina. Ottima la proporzione qualità/prezzo.
Concludo con un breve aforisma:

“L’arredamento della nostra casa diventa il teatro della vita privata, quella scena dove ogni stanza permette il cambiamento, la dinamica degli atteggiamenti e delle situazioni: è la casa palcoscenico.” Alessandro Mendini, (1983)